Curia Vescovile

L’attuale palazzo vescovile è frutto di un complesso lavoro di rifacimento, di strutture precedenti, ad opera dell’architetto Faustino Rodi tra il 1793 e il 1817 su richiesta dell’allora Vescovo Omobono Offredi la cui commissione è ricordata in una scritta sulla facciata principale dell’edificio. L’architettura e l’impostazione dell’edificio sono di chiaro impianto neoclassico

Sponsor